Prestiti NoiPA: come può richiederlo un insegnante

Prestiti NoiPA per insegnanti

Uno speciale accordo siglato tra il MEF ed alcuni tra i maggiori istituti di credito italiani consente a docenti e personale ATA i prestiti NoiPA. Cosa sono?

Si tratta di finanziamenti agevolati, specifiche soluzioni di prestito personale cui accedere tramite la formula di cessione del quinto

Il prestito NoiPA permette di ottenere una liquidità aggiuntiva in modo rapido e semplice e di beneficiare di una serie di agevolazioni e vantaggi.

Scopri come funzionano e come richiedere questo tipo di prestito agevolato.

Prestiti NoiPA: a chi spettano, requisiti, condizioni

I prestiti con cessione del quinto NoiPA sono riservati ad insegnanti, docenti universitari e personale ATA. Sono concessi esclusivamente presso banche e finanziarie che aderiscono alla Convenzione NoiPA.

Il finanziamento è disponibile per amministratori e dipendenti pubblici con contratto di lavoro a tempo indeterminato e determinato. Chi ha un contratto a tempo determinato potrà richiedere il prestito soltanto per il periodo rimanente fino alla scadenza del contratto di lavoro.

Per richiedere il prestito è necessario far parte della “Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali” ed aver versato contributi pari allo 0,35 %. 

L’importo della rata non deve superare un quinto dello stipendio netto.

Questo tipo di prestito può essere richiesto anche da cattivi pagatori e protestati e rappresenta una soluzione ottima per consolidare altri debiti in corso.

Cessione del quinto NoiPA: vantaggi

I vantaggi del prestito con cessione del quinto NoiPA sono diversi:

  • tassi fissi agevolati per tutta la durata del prestito (Tan del 4,25%), un’aliquota dello 0,50% per spese di amministrazione;
  • tempi di erogazione molto rapidi grazie al servizio telematico CreditoNet h24. Dal momento dell’invio della domanda, si può ottenere nell’arco di 45-60 giorni;
  • finanziamento rimborsato con trattenute in busta paga (fino al 20% dello stipendio netto), niente code in banca o all’ufficio postale;
  • copertura di una polizza assicurativa per tutelare l’intestatario in caso di perdita del lavoro o di decesso. E’ la garanzia che rende appetibile per le banche la cessione del quinto;
  • possibilità di richiederli anche da parte di chi ha altri finanziamenti in corso o dai cattivi pagatori e protestati;
  • bastano pochi mesi di anzianità lavorativa per ottenere il prestito;
  • non serve alcun garante, è sufficiente la busta paga;
  • possibilità di richiedere anche il Prestito Delega;
  • possibilità di ottenere importi elevati (fino a 75mila euro) dilazionati in 120 mesi.

Come richiedere e ottenere il prestito NoiPA

Per ottenere il prestito NoiPA bisogna essere iscritti alla ‘Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali’. 

Prima di richiedere il finanziamento, è possibile fare un preventivo gratuito e senza impegno online. 

La domanda va presentata online tramite apposito self service nell’area riservata del portale NoiPA. 

Il richiedente del prestito NoiPA deve allegare l’ultima busta paga. Inoltre, deve:

  • possedere le credenziali per accedere al portale NoiPA: codice fiscale e password oppure il CNS (Carta Nazionale dei Servizi) o un codice PIN (in mancanza del CNS);
  • avere intestato un conto corrente bancario su cui accreditare la quota erogata.

Per la procedura di accredito, l’INPS impiega dai 45 ai 60 giorni, dopodiché l’importo viene accreditato direttamente sul conto corrente bancario del dipendente.

L’estinzione anticipata del prestito può essere effettuata tramite richiesta diretta all’INPS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *