Mondiali 2014, giro d'affari di 74 milioni di euro per le scommesse sportive

mouse

Circa 76 milioni di euro puntati sulle partite dei mondiali in Italia: è il dato fornito dai Monopoli di Stato relativo alle sole scommesse online sul torneo che si è appena concluso in Brasile. E una buona parte di questo importo – circa il 20% del totale – come riporta Agipronews, è stato giocato attraverso il betting exchange, la modalità attraverso cui gli scommettitori possono decidere di fare da allibratori, accettando puntate da altri utenti sul proprio conto di gioco online. Dunque per Betfair e BetFlag, i due operatori già attivi in Italia con il “punta e banca” (partito ufficialmente ad aprile) il volume di scambio scommesse – unendo i rispettivi dati comunicati dai due bookmaker – è stato pari 14,5 milioni, circa il 5% sui 267 milioni di euro che sono stati raccolti (tra punti fisici e giocate online) sui mondiali 2014. Singolarmente Betfair – che ha una fortissima esperienza in tema, basando anche il suo business internazionale proprio sul betting exchange – ha totalizzato circa 11,5 milioni di euro, mentre per BetFlag, partito in concomitanza con i mondiali, il volume degli scambi è stato di tre milioni. 

mouse