Mutui casa 2012: spread in calo per l'estate

images (2)

Potrebbe andare incontro a una ripresa il mercato del mattone nella prossima estate, anche se comprare una casa è un azione che in Italia, purtroppo, continuerà ancora ad avere prezzi decisamente salati.

La causa non è però dei tassi applicati ma delle rate che crescono per i tassi applicati dalle banche nonostante l’iniezione di liquidità da parte della BCE, cioè  la Banca centrale europea  ce ha portato ad una netta discesa dei tassi Euribor, ora tornati vicini ai minimi storici di due anni fa.

Quindi da una parte abbiamo ora il calo dei tassi Euribor a cui però va a contrapporsi l’ aumento degli spread bancari, dovuti all’attuale crisi finanziaria; si calcolano rincari tra i 12% e il 16%.

Sembra inoltre che alcuni istituti bancari stiano al momento rivedendo gli spread portandoli su livelli più competitivi, per riuscire così a restare concorrenziali sul mercato, cercando di creare un effetto domino positivo. Dopo circa dieci mesi consecutivi di aumenti anche gli spread applicati dalle banche sui tassi dei mutui tornano a scendere.

Il trend è recentissimo e al momento coinvolge ancora poche banche, come la Cariparma che da poco ha deciso di ampliare il plafond dei finanziamenti destinati alle famiglie portandolo a 2,5 miliardi di euro lanciando una Campagna Mutui casa e proponendo uno spread sul tasso variabile con durata 20 anni al 2,6% che sale al 2,85% per il trentennale.

Ma taglia anche la Bnl-Bnp Paribas che riduce di 55 punti base ribassando lo spread dal 3 al 2,95%. Bene segnalare che questa tendenza riguarda principalmente i mutui a tasso variabile, mentre  per quanto riguarda quello a tasso fisso, al momento abbiamo visto muoversi solamente Bnl e Barclays, che nonostante tutto mantengono però i loro tassi oltre il 3%.

Si cerca ad ogni modo di far tornare la voglia di mattone alle famiglie italiane, un investimento considerato fino a qualche decennio fa decisamente sicuro