Allarme prestiti per famiglie: indebitamento pro capite a rischio collasso in Italia

Il collasso finanziario dei prestiti per famiglie rilascia numeri sconcertanti per quanto riguarda il debito che gli italiani si sono accollati in questi mesi del 2010.

Secondo la sigla dei consumatori Casper, la situazione d’indebitamento delle famiglie italiane è piuttosto critica.

Nel 2010 il credito al consumo ha toccato quota 110 miliardi di euro, rilasciando un debito pro capite per ogni cittadino italiano di circa 1.864 euro.

La regione più indebitata è la Sardegna, dove il debito medio pro capite del 2010 tocca quota 2.630 euro.

Di regione in regione variano le situazioni economiche, ma il boom degli ultimi anni del settore dei prestiti per famiglie è stato grosso modo univoco su tutto il territorio della penisola.

Tra i motivi c’è da rintracciare naturalmente la caduta del potere d’acquisto dei cittadini e il costringi mento ad indebitarsi per altre forme di spese come quelle sanitarie, i viaggi e l’acquisto delle automobili.

Le associazioni dei consumatori temono il collasso: il circolo vizioso è stato aperto e un prestito tira l’altro, per una situazione critica ormai dietro l’angolo.